NON LASCIARTELA SFUGGIRE!

La newsletter HELLA offre gratuitamente informazioni su tutte le novità HELLA TECH WORLD con cadenza bimensile

Resta sintonizzato!
Mostra altre informazioni sulla nostra newsletter Nascondi altre informazioni sulla nostra newsletter
 

La newsletter gratuita HELLA offre informazioni su tutte le novità HELLA TECH WORLD con cadenza bisettimanale, quali:

  • Nuove istruzioni di riparazione specifiche per i veicoli
  • Informazioni tecniche, dalle nozioni basilari ai suggerimenti diagnostici
  • Novità di prodotto
  • Campagne di marketing e concorsi

A tal proposito occorre indicare solo l'indirizzo e-mail. Per annullare l'iscrizione alla newsletter, clicca qui.

RABBOCCO DEL LIQUIDO DI RAFFREDDAMENTO

Qui potete trovare utili consigli sul tema dei liquidi di raffreddamento e dei quantitativi di riempimento per i veicoli.

Il motore di un veicolo non può funzionare correttamente senza una quantità sufficiente di liquido di raffreddamento. In questa pagina vi spieghiamo quali sono i compiti del liquido di raffreddamento, quale rapporto di miscela risulta ideale e come si calcola la giusta quantità di antigelo. In questa pagina potete inoltre scaricare una tabella indicante i quantitativi di riempimento previsti per i modelli di veicolo in circolazione.

Avvertenza importante sulla sicurezza
Le informazioni tecniche e i suggerimenti pratici riportati di seguito sono stati redatti da HELLA per fornire un supporto professionale alle attività svolte in officina. I dati forniti su questo sito Web devono essere utilizzati esclusivamente da personale tecnico specializzato.

 

LIQUIDI DI RAFFREDDAMENTO, ANTIGELO E ADDITIVI ANTICORROSIVI: NOZIONI DI BASE

Generalmente per liquido di raffreddamento si intende il fluido che circola nel sistema di raffreddamento. Esso protegge da gelo, ruggine, surriscaldamento e agisce da lubrificante. Ha il compito di assorbire il calore del motore e di dissiparlo attraverso il radiatore.

 

Il liquido di raffreddamento è una miscela di acqua e antigelo (glicole/etanolo) che contiene diversi additivi (sostanze amaricanti, silicati, antiossidanti, agenti antischiuma) che gli conferiscono una particolare colorazione. Le sostanze amaricanti hanno il compito di evitare che il liquido di raffreddamento venga bevuto accidentalmente. I silicati formano uno strato protettivo sulle superfici metalliche e impediscono tra l'altro la deposizione di calcare. Gli antiossidanti prevengono la corrosione dei componenti. Gli agenti antischiuma impediscono la formazione di schiuma nel liquido di raffreddamento. Il glicole mantiene lubrificati i tubi flessibili e le guarnizioni e innalza il punto di ebollizione del liquido di raffreddamento.

Miscelabilità e rapporto di miscelazione

Il liquido di raffreddamento / antigelo possono avere colorazioni differenti in base al costruttore del veicolo e all'ambito di applicazione. Il rapporto di miscelazione acqua/antigelo deve essere compreso tra 60:40 e 50:50. Questo corrisponde normalmente a un antigelo da –25°C a –40°C. Il rapporto di miscelazione minimo deve essere di 70:30 e quello massimo di 40:60. Con un aumento della quantità di antigelo (ad es. 30:70) non si ottiene un ulteriore abbassamento del punto di congelamento. Al contrario, se si immette antigelo non diluito, questo ghiaccia già a circa –13°C e con temperature superiori a 0°C non asporta più sufficiente calore dal motore. In questo modo il motore si surriscalda. Poiché il glicole ha un punto di ebollizione molto alto, con un giusto rapporto di miscelazione e la sovrapressione corrispondente nel sistema di raffreddamento, il punto di ebollizione del liquido di raffreddamento può raggiungere anche i 135°C. Anche nei Paesi caldi è importante utilizzare una quantità sufficiente di antigelo. Per rabboccare o generare una miscela del liquido di raffreddamento occorre utilizzare acqua depurata (qualità acqua potabile). È possibile utilizzare acqua di rubinetto / potabile miscelata solo se il suo grado di durezza non supera 20°dH. Diversamente utilizzare acqua demineralizzata o distillata. Essenzialmente occorre sempre attenersi alle disposizioni del costruttore del veicolo o del liquido di raffreddamento.

Il rapporto di miscela acqua/antigelo deve essere compreso tra 60:40 e 50:50. Esso consente normalmente di proteggere dal gelo a temperature oscillanti tra -25 °C e -40 °C. Il rapporto di miscela minimo deve essere di 70:30 e quello massimo di 40:60. Con un ulteriore aumento della quantità di antigelo (ad esempio 30:70) non si ottiene un abbassamento del punto di congelamento. Al contrario un antigelo non diluito ghiaccia già a circa -13 °C e a temperature superiori a 0 °C non sottrae sufficiente calore al motore. In questo modo il motore si surriscalda. Poiché il glicole ha un punto di ebollizione molto alto, un giusto rapporto di miscela può portare il punto di ebollizione del liquido di raffreddamento anche a 135 °C. Per questo motivo è importante aggiungere una sufficiente quantità di antigelo anche nei Paesi caldi. Attenersi sempre alle istruzioni fornite dal costruttore. Un rapporto di miscela tipico potrebbe essere 40/60% o 50/50%, utilizzando acqua depurata (acqua potabile). 

 

Il liquido di raffreddamento e i relativi additivi sono soggetti a usura. Ciò significa che una parte degli additivi si consuma nel corso degli anni. Se ad esempio si consumano gli additivi anticorrosivi, il liquido di raffreddamento assume una colorazione marrone. Per questo motivo alcuni costruttori di veicoli impongono un intervallo per la sostituzione del liquido di raffreddamento. 

 

Gli impianti di raffreddamento dei nuovi veicoli vengono comunque riempiti sempre più spesso con liquidi di raffreddamento Long Life (ad esempio VW G12++/G13). Essi rendono superflua la sostituzione del liquido di raffreddamento in condizioni normali (ossia in assenza di impurità) (VW) o la rendono necessaria solo dopo 15 anni o 250.000 km (nuovi modelli Mercedes). In linea di massima il liquido di raffreddamento deve essere sostituito in presenza di impurità (olio, corrosione) e quando non è Long Life. Per quanto riguarda le specifiche, l'intervallo di sostituzione, il rapporto di miscela e la miscelabilità dell'antigelo è necessario attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dal costruttore del veicolo. 

 

Il liquido di raffreddamento non deve inquinare le falde acquifere né essere scaricato attraverso il separatore di olio. Deve essere raccolto e smaltito separatamente.

Additivi / intervalli di sostituzione

Il liquido di raffreddamento e i relativi additivi sono soggetti a una certa usura, ciò significa che una parte degli additivi si "consuma" nel corso degli anni. Se ad esempio si consumano gli additivi anticorrosivi, il liquido di raffreddamento mostra una colorazione marrone.

 

Per questo motivo alcuni costruttori di veicoli impongono un intervallo di sostituzione fisso del liquido di raffreddamento (ad es. Opel Sintra: ogni 5 anni). Tuttavia i sistemi di raffreddamento sui nuovi veicoli sono sempre più spesso riempiti con i cosiddetti liquidi di raffreddamento "Long Life". In condizioni normali, assenza di sporcizia, il cambio del liquido di raffreddamento non è più necessario (VW). In alcuni modelli Mercedes viene prescritto solo dopo 15 anni o 250.000 km. Di conseguenza esistono diversi affermazioni a seconda del costruttore.

 

In generale, in caso di impurità (olio, corrosione) è necessario sostituire il liquido di raffreddamento e lavare il sistema di raffreddamento (a tal proposito osservare anche le informazioni tecniche "Lavaggio del sistema di raffreddamento"). Si consiglia di sostituire il liquido di raffreddamento ogni 3 anni nei veicoli che non contengono liquidi di raffreddamento "Long Life". Per quanto riguarda le specifiche, l'intervallo di sostituzione, il rapporto di miscelazione e la miscelabilità dell'antigelo / liquido di raffreddamento si devono rispettare scrupolosamente le indicazioni del costruttore del veicolo e del liquido di raffreddamento.

TABELLA DEI LIQUIDI DI RAFFREDDAMENTO: CONTENUTI SCARICABILI

Il manuale aggiornato dei quantitativi di riempimento indica i quantitativi di riempimento previsti per i veicoli in circolazione.

CONTENUTI SCARICABILI SULL'ARGOMENTO
VIDEO SULL'ARGOMENTO

Analisi dei liquidi con un rifrattometro

Il rifrattometro è un dispositivo di controllo che consente di rilevare la quantità di antigelo presente nel liquido di raffreddamento e nel liquido lavavetri.

 

02:35 min