Quale affermazione si applica meglio a lei?

Partecipando anonimamente al nostro sondaggio ci aiuterete a rendere i nostri contenuti ancora più interessanti per voi

  • Lavoro in un'autofficina
  • Mi diletto di meccanica per hobby
  • Studio o insegno in un istituto/ente di formazione
  • Altro

Luci di curva

Qui troverete informazioni di base utili sul tema della luce di curva statica e di quella dinamica nei veicoli.

Le luci di curva ampliano e migliorano la visuale su curve stradali o durante la svolta. La corsia e gli ostacoli al buio sono riconoscibili tempestivamente e in modo migliore. Oltre agli aspetti funzionali delle luci di curva, la pagina illustra le differenze tra luci dinamiche e statiche. Inoltre vi forniamo suggerimenti pratici per il controllo del funzionamento di queste luci.

Importante avviso di sicurezza
Le informazioni tecniche e i suggerimenti pratici riportati di seguito sono stati redatti da HELLA per fornire un supporto professionale alle attività svolte in officina. I dati forniti su questo sito Web devono essere utilizzati esclusivamente da personale tecnico specializzato.

 

LUCI DI CURVA DINAMICHE: FUNZIONAMENTO

La luce di curva dinamica viene realizzata ruotando la luce anabbagliante in base al raggio della curva che si sta percorrendo. Il fanale a proiezione è montato in una zona che gli permette di ruotare sull'asse verticale. L'angolo di rotazione in un campo compreso tra +/- 15 gradi è predisposto per raggi di curva fino a 200 metri. Se la zona illuminata da una luce anabbagliante mentre si percorre una curva con raggio pari a 190 metri è normalmente di circa 30 metri, grazie alla nuova tecnica nel proiettore è possibile ampliarla di altri 25 metri.

 

Poiché la distribuzione della luce corrisponde al rispettivo angolo di sterzata, l'automobilista riesce a vedere in anticipo il percorso della curva durante la sterzata e può adattare ad esso la sua marcia. Le luci di curva attive funzionano sia con luci anabbaglianti sia con quelle abbaglianti e si adattano continuamente alle diverse velocità del veicolo. Se a ritmo elevato il proiettore segue l'inizio della sterzata in pochi secondi, la meccanica di rotazione a ritmo più basso funziona più lentamente in modo tale da distribuire la luce come la richiede l'automobilista.

LUCI DI CURVA STATICHE O LUCI DI SVOLTA ASSOCIATE A LUCI DI CURVA DINAMICHE: FUNZIONAMENTO

Per raggi di curvatura maggiori (indicativamente su autostrade) o minori (indicativamente su strade provinciali) si consiglia di supportare le luci di curva dinamiche con ulteriori luci di curva statiche o di svolta. Si accendono automaticamente in aggiunta alle luci anabbaglianti e in funzione della velocità, se il conducente attiva gli indicatori di direzione per svoltare o se percorre curve strette. A tal proposito una centralina valuta i parametri di velocità, angolo di sterzata e segnale dell'indicatore di direzione. Per incrementare il confort di questa funzione di illuminazione, l'accensione e lo spegnimento non accadono repentinamente, bensì con l'intensificazione e l'attenuazione dei sistemi in base a speciali parametri temporali.

LUCI DI CURVA DIFETTOSE: SINTOMI

  • Curve non illuminate con luce di curva dinamica
  • La luce di curva statica non si accende durante la svolta
  • Accensione della spia di controllo nel cruscotto

CONTROLLO DELLE LUCI DI CURVA: RICERCA GUASTI

  • Il funzionamento delle luci di curva dinamiche può essere controllato durante una marcia a bassa velocità e con una leggera rotazione del volante.
  • Il funzionamento delle luci di curva statiche può essere controllato azionando gli indicatori di direzione e svoltando alternativamente (a una velocità non superiore ai 40 km/h).
  • Su alcuni veicoli, ad es. Opel Vectra C, è possibile effettuare la diagnosi del sistema utilizzando un tester diagnostico.