NON LASCIARTELA SFUGGIRE!

La newsletter HELLA offre gratuitamente informazioni su tutte le novità HELLA TECH WORLD con cadenza bimensile

Resta sintonizzato!
Mostra altre informazioni sulla nostra newsletter Nascondi altre informazioni sulla nostra newsletter
 

La newsletter gratuita HELLA offre informazioni su tutte le novità HELLA TECH WORLD con cadenza bisettimanale, quali:

  • Nuove istruzioni di riparazione specifiche per i veicoli
  • Informazioni tecniche, dalle nozioni basilari ai suggerimenti diagnostici
  • Novità di prodotto
  • Campagne di marketing e concorsi

A tal proposito occorre indicare solo l'indirizzo e-mail. Per annullare l'iscrizione alla newsletter, clicca qui.

ATTENZIONE:
HELLA S.p.A inizierà la distribuzione della Gamma Frenante HELLA PAGID BRAKE SYSTEMS (HPBS) per il mercato Italiano dal 1° Gennaio 2018.

Condotto rigido del freno e cavi per freno a mano

Qui troverete informazioni utili e suggerimenti importanti sul tema del condotto rigido del freno, del tubo flessibile del freno e del cavo per freno a mano nei veicoli.

I condotti rigidi del freno, i tubi flessibili del freno e i cavi per freno a mano hanno un comune denominatore: trasmettono la forza di azionamento ai freni delle ruote, uno meccanico e uno idraulico. Questa pagina vi illustra i requisiti dei condotti rigidi, dei tubi flessibili dei freni e dei cavi per freno a mano, la procedura di riconoscimento dei danni su questi componenti e i punti da osservare durante la loro sostituzione per garantire in qualsiasi momento la sicurezza dell'impianto frenante.

Avvertenza importante sulla sicurezza
Le informazioni tecniche e i suggerimenti pratici riportati di seguito sono stati redatti da HELLA per fornire un supporto professionale alle attività svolte in officina. I dati forniti su questo sito Web devono essere utilizzati esclusivamente da personale tecnico specializzato.

 

TUBI FLESSIBILI E CONDOTTI RIGIDI DEI FRENI: PRINCIPI DI BASE

In un impianto frenante idraulico i tubi flessibili e i condotti rigidi dei freni servono a trasportare il liquido dei freni. Mentre i condotti rigidi uniscono il dispositivo di azionamento, ad esempio la pompa idraulica di comando, ai componenti idraulici del freno sulla ruota, i tubi flessibili vengono utilizzati in tutte le parti in movimento tra la carrozzeria e il telaio in quanto condotti di collegamento flessibili.

 

Con l'integrazione dei sistemi ABS, ESP ed ASR nei moderni veicoli, i requisiti richiesti a questi gruppi costruttivi sono aumentati notevolmente. Sono considerati requisiti essenziali la resistenza alla pressione, la sollecitabilità meccanica e la resistenza chimica e termica.

Struttura di un tubo flessibile

I tubi flessibili dei freni sono composti da una speciale mescola gommosa e da uno strato in tessuto che rafforza il tubo nel suo complesso ed è in grado di resistere alla pressione.

I condotti rigidi sono soggetti alle seguenti sollecitazioni o influssi:

  • Sollecitazione meccanica: sterzate e movimenti delle sospensioni del veicolo
  • Influssi climatici: caldo, freddo e ozono
  • Agenti esterni: acqua, sale antigelo ed olio
  • Impulsi di pressione idraulici: negli impianti frenanti idraulici possono verificarsi pressioni di breve durata fino a 180 bar.

 

Per resistere a tali sollecitazioni i tubi flessibili e i condotti rigidi devono essere dotati di robusti elementi di collegamento e dare prova di un'eccezionale resistenza agli impulsi e di una stabilità elevata.

Norme di legge

I requisiti minimi per la marcatura, la potenza, il fissaggio e i collegamenti dei tubi flessibili per autoveicoli sono prescritti nelle norme SAE J 1401, FMVSS 571.106 ed ISO8 3996.
Qui oltre al costruttore occorre riconoscere anche la specifica fornita come marcatura sul rivestimento. Inoltre occorre applicare sul tubo flessibile una marcatura colorata o incisa sul materiale che mostra una torsione assiale. Qui generalmente viene applicata una linea bianca sull'intera lunghezza del tubo flessibile. In caso di sostituzione, occorre utilizzare solo tubi flessibili che soddisfano tale norma.

 

Per soddisfare i nostri standard elevati di qualità e sicurezza, i tubi flessibili per freni Hella Pagid devono superare ampiamente tutte le specifiche SAEJ1401.

CONDOTTO RIGIDO E TUBO FLESSIBILE DIFETTOSI: CAUSA DEL GUASTO

FORMAZIONE DI BOLLE NEL PUNTO DI PASSAGGIO TRA IL RACCORDO E IL TUBO IN TESSUTO

Causa: mancanza di tenuta nel raccordo

FORMAZIONE DI CREPE

Causa: invecchiamento, montaggio difettoso o sollecitazione meccanica eccessiva

DANNEGGIAMENTO ESTERNO, INIZIO DI ARRUGGINIMENTO

Causa: strato isolato danneggiato da agenti ambientali, montaggio difettoso o sollecitazione meccanica eccessiva

CONTROLLO DEL CONDOTTO RIGIDO E DEL TUBO FLESSIBILE DEL FRENO: RICERCA GUASTI

I condotti rigidi e i tubi flessibili sono componenti importanti per la sicurezza e devono pertanto essere controllati ogni volta che si esegue la manutenzione del veicolo. Difetti tipicamente riscontrabili sono segni di corrosione sui condotti rigidi o altri tipi di danno sui tubi flessibili.

 

Tali difetti possono essere causati da incidenti, errori di montaggio o dall'invecchiamento. Un semplice esame visivo consente di solito di rilevare eventuali punti di sfregamento, fessure, bolle, segni di corrosione o altri danni esterni.

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

Durante una riparazione il tecnico è tenuto a osservare le seguenti precauzioni:

  • Montare i tubi flessibili evitando di creare dei punti di tensione o di contatto
  • Evitare di torcere i tubi o di creare dei punti di sfregamento
  • Evitare il contatto con olio minerale e con grassi
  • Consentire uno spazio libero sufficiente per compensare i movimenti dello sterzo e delle sospensioni
  • Evitare di posizionare i tubi nelle immediate vicinanze di impianti di scarico dei gas
  • Evitare raggi di curvatura troppo stretti (> 40 mm)
  • Rispettare le istruzioni di montaggio fornite dai costruttori dei freni e dei veicoli

 

Nota!
Un montaggio errato può influenzare negativamente le prestazioni del veicolo e compromettere l'incolumità del conducente.

CAVO PER FRENO A MANO: PRINCIPI DI BASE

Come previsto dalle legge, i veicoli a tre o quattro ruote devono essere dotati di due impianti frenanti tra loro indipendenti. Oltre all'impianto frenante di servizio occorre inoltre un impianto frenante di stazionamento. Il freno di stazionamento, definito anche freno a mano, ha il compito di impedire a un veicolo parcheggiato o in sosta di muoversi. In caso di freno a mano meccanico, azionando la leva con la forza muscolare, la forza frenante viene trasmessa ai freni delle ruote dell'assale posteriore tramite i cavi.

I cavi del freno a mano sono cavi in acciaio (Figura 1), definiti anche Bowden, che vengono inseriti in condotti o in tubi flessibili metallici. I cavi del freno vengono regolati con appositi dispositivi integrati. I cavi Bowden sono rivestiti in plastica per la protezione da agenti atmosferici, quali acqua e impurità.

 

Essenzialmente si distinguono due tipi di cavi in acciaio integrati nei cavi per freno a mano (Figura 2). Per la costruzione dei cavi per freno a mano HELLA PAGID vengono utilizzati materiali di prim'ordine controllati scrupolosamente. Il cavo in acciaio da utilizzare con le sue particolari caratteristiche relative a robustezza e flessibilità viene sempre appositamente selezionato in base al veicolo e all'impianto frenante.

I cavi per freno a mano sono soggetti alle seguenti sollecitazioni o influssi

  • Sollecitazione meccanica: forze di trazione all'azionamento o movimenti degli assi e delle sospensioni del veicolo
  • Influssi climatici: caldo, freddo oppure ozono
  • Agenti esterni: acqua, sale antigelo ed olio

 

Per resistere a tali sollecitazioni i cavi per freno devono essere dotati di robusti rivestimenti ed elementi di collegamento di prim'ordine e dare prova di un'eccezionale resistenza alla trazione e di una stabilità elevata. Un cavo per freno a mano difettoso si riscontra innanzitutto con il guasto del freno di stazionamento.

Possono presentarsi i seguenti difetti:

  • Azione frenante esigua o assente
  • Azione frenante disuniforme
  • Non è possibile rilasciare il freno di stazionamento

CAVO PER FRENO A MANO DIFETTOSO: CAUSA DEL GUASTO

  • Allungamento involontario dei cavi per freno a mano
  • Modifica dell'elasticità dovuta a sollecitazione eccessiva e allungamento eccessivo del cavo Bowden
  • Praticabilità compromessa
  • Umidità e gelo possono causare il congelamento dei cavi Bowden
  • Rivestimenti o manicotti parapolvere danneggiati possono causare la penetrazione di acqua o impurità con conseguente corrosione e inceppamento dei cavi Bowden.
  • Danneggiamenti meccanici dei rivestimenti o dei cavi in acciaio dovuti a montaggio difettoso o sollecitazione eccessiva

CONTROLLO DEL CAVO PER FRENO A MANO: RICERCA GUASTI

È possibile effettuare un'impostazione a regola d'arte dei cavi per freno a mano, solo se tutti i componenti dell'impianto sono perfettamente funzionanti. Un semplice esame visivo consente di solito di rilevare eventuali punti di sfregamento, fessure, segni di corrosione o altri danni esterni. Controllare eventuali rotture o doppie punte dei cavi in acciaio scoperti e, se necessario, sostituirli. Controllare l'accessibilità e il funzionamento dei rulli deflettori o delle guide.

Avvertenza per il controllo del freno a mano azionato meccanicamente

  • Il controllo dell'azione frenante deve essere eseguita sul banco di prova dei freni
  • Nel primo dente ingranato della leva del freno a mano non deve essere presente un'azione frenante
  • La differenza delle forze della circonferenza tra ruota sinistra e destra può discostarsi max del 30% dal valore maggiore
  • Deve essere possibile effettuare una frenata di blocco con il freno di stazionamento
  • Se la corsa di azionamento della leva del freno a mano è eccessiva, occorre procedere a una nuova regolazione del freno di stazionamento

È necessario eseguire una regolazione di base del freno di stazionamento in caso di:

  • Sostituzione delle pastiglie del freno a tamburo
  • Sostituzione di una pinza freno con dispositivo di frenata manuale integrato
  • Sostituzione o ripristino delle unità di registrazione
  • Corsa di azionamento eccessiva
  • Sostituzione dei cavi per freno a mano

 

Per la procedura attenersi alle indicazioni di riparazione del costruttore del veicolo.

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

Durante una riparazione il tecnico è tenuto a osservare le seguenti precauzioni

  • Montare i cavi evitando di creare dei punti di tensione o di contatto
  • Evitare di torcere i tubi o di creare dei punti di sfregamento
  • Lubrificare quanto basta gli elementi di collegamento delle parti in movimento
  • Consentire uno spazio libero sufficiente per compensare i movimenti dello sterzo e delle sospensioni
  • Evitare di posizionare i tubi nelle immediate vicinanze di impianti di scarico dei gas
  • Rispettare le istruzioni di montaggio fornite dai costruttori dei freni e dei veicoli.