NON LASCIARTELA SFUGGIRE!

La newsletter HELLA offre gratuitamente informazioni su tutte le novità HELLA TECH WORLD con cadenza bimensile

Resta sintonizzato!

Mostra altre informazioni sulla nostra newsletter Nascondi altre informazioni sulla nostra newsletter
 

La newsletter gratuita HELLA offre informazioni su tutte le novità HELLA TECH WORLD con cadenza bisettimanale, quali:

  • Nuove istruzioni di riparazione specifiche per i veicoli
  • Informazioni tecniche, dalle nozioni basilari ai suggerimenti diagnostici
  • Novità di prodotto
  • Campagne di marketing e concorsi

A tal proposito occorre indicare solo l'indirizzo e-mail. Per annullare l'iscrizione alla newsletter, clicca qui.

QUANTITATIVI DI RIEMPIMENTO DEL SISTEMA DI CLIMATIZZAZIONE: OLIO E REFRIGERANTE

Qui troverete informazioni utili e suggerimenti preziosi sui quantitativi di riempimento olio e refrigerante per sistemi di climatizzazione nei veicoli.

Il refrigerante e l'olio per compressore sono due sostanze fondamentali per ogni sistema di climatizzazione. Risultano fondamentali anche i corretti quantitativi di riempimento. Consultate questa pagina per ottenere informazioni sulle diverse varianti di refrigeranti ed oli per compressori. Qui sono riportate anche importanti indicazioni sul rabbocco del refrigerante e un collegamento al manuale dei quantitativi di riempimento olio e refrigerante.

Avvertenza di sicurezza importante
Le informazioni tecniche e i suggerimenti pratici riportati di seguito sono stati redatti da HELLA per fornire un supporto professionale alle attività svolte in officina. I dati forniti su questo sito Web devono essere utilizzati esclusivamente da personale tecnico specializzato.

 

REFRIGERANTE R12, R134A, R1234YF: INFORMAZIONI UTILI

Sul mercato sono ancora presenti numerosi veicoli che montano sistemi di climatizzazione concepiti, in origine, per l'uso con il refrigerante R12. Il 2001 ha rappresentato la fine ufficiale e definitiva dei sistemi di climatizzazione per veicoli riempiti con R12. A partire da questa data gli impianti riempiti con R12 sono stati convertiti durante i lavori di manutenzione o riparazione. Come refrigerante sostitutivo è stato e viene ancora utilizzato l'R134a, insieme ad alcuni refrigeranti "drop-in" (miscele di refrigeranti).

 

L'argomento conversione dall'R12 all'R134a viene ancora oggi discusso nell'ambito dei veicoli d'epoca e in alcuni Paesi non UE.

 

Durante la conversione si deve controllare l'ermeticità dell'impianto. La precedenza deve essere data all'eliminazione delle perdite. Si deve controllare il funzionamento e l'eventuale presenza di danni su tutti i componenti. Il filtro essiccatore deve essere sostituito. Gli anelli di tenuta devono essere sostituiti. Inoltre si deve sostituire l'olio minerale dell'impianto R12 con l'olio PAG o PAO. In questo caso si consiglia anche il lavaggio dell'impianto di climatizzazione.

 

Con un potenziale di riscaldamento globale (GWP - Global Warming Potential) di 1430 l'R134a ha un elevato potenziale di effetto serra. L'attuale direttiva UE 2006/40/CE ha stabilito che in futuro si potranno utilizzare esclusivamente refrigeranti con un GWP inferiore a 150.

 

Quindi gli impianti di climatizzazione dei veicoli di classe M1 (autovetture, veicoli per il trasporto passeggeri fino a 8 posti) e di classe N1 (veicoli commerciali con una massa complessiva ammessa fino a 3,5 t), omologati a partire dal 01/01/2011 all'interno della UE, non devono più essere riempiti con R134a. A partire dal 01/01/2017 i veicoli riempiti con R134a non possono più essere omologati. L'impiego di R134a è tuttavia ancora consentito per gli interventi di assistenza e di manutenzione su impianti R134a già esistenti. Come nuovo refrigerante viene impiegato l'R1234yf, che ha un GWP di 4. È consentito tuttavia ancora l'uso di altri refrigeranti, a condizione che abbiano un valore GWP inferiore a 150. Non è ancora chiaro se la scelta delle cause automobilistiche cadrà in futuro sullo stesso refrigerante o su refrigeranti diversi.

 

Tali scelte hanno naturalmente un effetto sulle officine e sul loro personale di servizio. L'acquisto di nuova strumentazione di servizio sembra essere inevitabile. Sicuramente si dovranno rispettare anche provvedimenti separati sull'immagazzinamento e la manipolazione dei nuovi refrigeranti.

RABBOCCO DEL REFRIGERANTE - AVVERTENZE DI SICUREZZA E UTILIZZO CONFORME: CONSIGLI PER L'OFFICINA

Durante il rabbocco del refrigerante e in tutti gli interventi sul circuito del refrigerante occorre attenersi alle seguenti avvertenze:

  • Indossare sempre guanti e occhiali di protezione! In normali condizioni di pressione atmosferica e temperatura ambiente il refrigerante liquido evapora così improvvisamente che, se viene a contatto con la pelle o con gli occhi, può causare il congelamento dei tessuti con conseguente rischio di cecità.
  • In caso di contatto lavare le parti interessate con abbondante acqua fredda. Non strofinare. Consultare immediatamente un medico.
  • Quando si lavora con i circuiti del refrigerante, l'ambiente lavorativo deve essere ben aerato. L'inspirazione di alte concentrazioni di refrigerante gassoso causa infatti vertigini e rischio di soffocamento. Non lavorare a un circuito del refrigerante dall'interno di una fossa di servizio, poiché il refrigerante gassoso, essendo più pesante dell'aria, può accumularsi in basso in concentrazioni elevate.
  • Non fumare! Il calore della sigaretta può scindere il refrigerante in sostanze tossiche.
  • Non fare entrare il refrigerante a contatto con una fiamma viva o del metallo bollente. In questo modo possono prodursi dei gas letali.
  • Non fare mai defluire il refrigerante nell'atmosfera. Quando si apre il serbatoio del refrigerante o l'impianto di climatizzazione, il contenuto fuoriesce a pressione elevata. Il livello della pressione dipende dalla temperatura. Quanto più alta è quest'ultima, tanto maggiore sarà la pressione.
  • Evitare che i componenti del sistema di climatizzazione vengano riscaldati. Dopo la verniciatura i veicoli non devono essere riscaldati a più di 75°C (forno di essiccazione). In caso contrario svuotare prima il sistema di climatizzazione.
  • Quando si tolgono i tubi flessibili di servizio dal veicolo, non rivolgere mai i collegamenti verso se stessi o verso altre persone. Potrebbero ancora fuoriuscire residui di refrigerante.
  • Durante la pulizia del veicolo non orientare il getto di vapore direttamente sui componenti del sistema di climatizzazione.
  • Non modificare mai la regolazione di fabbrica della vite sulla valvola di espansione.

QUANTITATIVI DI RIEMPIMENTO OLIO E REFRIGERANTE: DOWNLOAD

Quali sono i quantitativi di riempimento adeguati a un determinato veicolo? Il nostro manuale aggiornato dei quantitativi di riempimento per refrigerante e olio offre risposte precise a questa domanda importante per la maggior parte dei tipi di veicoli in circolazione.

DOWNLOAD

Analisi del refrigerante con l'Inspector

Controllo della presenza di impurità nell'impianto di climatizzazione con l'Inspector.

 

03:34 min

OLI PER COMPRESSORI PAG PER IL SISTEMA DI CLIMATIZZAZIONE VEICOLO: PANORAMICA

Caratteristiche del prodotto

Gli oli PAG sono oli igroscopici completamente sintetici a base di polialchilenglicole. Vengono utilizzati in fabbrica, con viscosità diverse, da molti costruttori di veicoli e compressori negli impianti di climatizzazione con refrigerante R134a.

Uso/Effetto

Gli oli PAG si miscelano bene con l'R134a e sono adatti alla lubrificazione e alla tenuta della maggior parte degli impianti di climatizzazione per veicoli industriali e autovetture. Quando si utilizzando PAG Oil è necessario scegliere la giusta classe di viscosità (PAG 46, PAG 100, PAG 150). A questo proposito occorre attenersi alle indicazioni e alle autorizzazioni fornite dai costruttori dei veicoli.

Altri dettagli

Lo svantaggio degli oli PAG è che sono igroscopici, ossia assorbono l'umidità dall'aria dell'ambiente e si legano ad essa. Per questo motivo è necessario chiudere immediatamente i contenitori dell'olio aperti, mentre l'olio rimanente può essere conservato solo per breve tempo. Ciò riguarda in particolare i contenitori di olio fresco all'interno della stazione di recupero e carica per climatizzatori.

PAO OIL 68 E PAO OIL 68 PLUS UV: PANORAMICA

Caratteristiche del prodotto

L'olio PAO Oil 68 non è igroscopico. Ciò significa che, a differenza degli altri oli, non assorbe umidità dall'aria ambiente. Può essere utilizzato in alternativa al posto di diversi oli PAG, offerti per l'uso con l'R134a. Di conseguenza si deve approvvigionare un solo olio al posto di tre oli PAG diversi. Il PAO Oil 68 contribuisce all'aumento della potenza del sistema di climatizzazione. L'olio è disponibile senza (PAO Oil 68) o con (PAO Oil 68 Plus UV) aggiunta della soluzione di contrasto.

Uso / Effetto PAO Oil 68

Le molecole di PAO Oil 68 aderiscono a tutte le superfici dell'impianto, sostituendosi a quelle preesistenti e formando uno strato sottile sui componenti del sistema.

 

Dato che le molecole non tendono ad agglomerarsi tra loro, questa pellicola d'olio ha lo "spessore" di una sola molecola. Rispetto a molti altri oli, l'impiego di PAO Oil 68 non comporta la formazione di depositi di olio nell'evaporatore, né la diminuzione delle prestazioni di raffreddamento ad essi connessa.

 

Dato che l'olio PAO Oil 68 si combina solo in misura minima con il refrigerante, nell'impianto ne circola solo una piccola parte. L'olio rimanente resta laddove è veramente necessario, ossia nel compressore. Il velo di olio sui componenti migliora la tenuta e riduce l'attrito tra le parti in movimento nel compressore.

 

In questo modo si riduce la temperatura di esercizio e il grado di usura. Tutto ciò contribuisce notevolmente a garantire la sicurezza d'esercizio e a limitare le emissioni sonore, accorciare i tempi di utilizzo e riduce il consumo energetico del compressore.

Uso / Effetto PAO Oil 68 Plus UV

PAO-Oil 68 Plus UV ha le stesse caratteristiche positive di PAO-Oil 68.

 

In più viene miscelato con una soluzione di contrasto concentrata, altamente efficace, utilizzata per la ricerca delle perdite mediante UV.

 

Il vantaggio della bassa concentrazione percentuale in volume della soluzione di contrasto è che l'olio conserva intatte le sue proprietà e non si riscontrano effetti negativi sui componenti del sistema o sui dispositivi di assistenza.

 

Per ottenere un risultato sufficiente durante la ricerca dei guasti, basta il 10% in volume della quantità di olio nel sistema. Ad esempio: con una quantità totale di olio nel sistema di 180 ml questo corrisponde a soli 18 ml di PAO Oil 68 Plus UV.

 

Inoltre è possibile utilizzare unicamente il PAO Oil 68 Plus UV per il riempimento dell'intero sistema, senza che si riscontrino effetti negativi.

Il PAO Oil 68 può essere utilizzato per le conversioni? Il PAO Oil 68 è compatibile con altri oli?

PAO Oil 68 non attacca i fluoroelastomeri, come ad es. i tubi flessibili o le guarnizioni ed è particolarmente indicato per la conversione dal refrigerante R12 al R134a.

 

Dato che il PAO Oil 68 è compatibile con molti altri lubrificanti e refrigeranti, può essere utilizzato sia per il rabbocco sia per la sostituzione di tutto l'olio presente nell'impianto. Per la sua struttura molecolare e la sua densità, il PAO Oil 68 si mischia agli altri oli solo fino ad un certo grado; nello "stato di riposo", tuttavia, si separa nuovamente da essi e quindi non crea nessun legame permanente.

 

In questo modo si garantisce il mantenimento della necessaria viscosità degli oli e si esclude l'eventualità di un'alterazione del livello complessivo di viscosità (vedere figure 1 e 2). Grazie alla sua eccezionale combinazione di olio sintetico altamente raffinato e di additivi speciali in grado di aumentare le prestazioni, il PAO Oil 68 copre un campo di funzionamento molto ampio (da -68 a 315°C).

Come è stato testato il PAO Oil 68 Plus UV?

PAO Oil 68 Plus UV è stato testato dal produttore e da istituti indipendenti. Ad esempio, la stabilità chimica in relazione al refrigerante e ai diversi materiali degli O-ring è stata testata secondo il cosiddetto "sealed tube test" (test con tubo sigillato), secondo la norma ASHRAE 97.

 

Tutti i test hanno dato esito positivo, escludendo effetti negativi sui componenti del sistema di climatizzazione del veicolo e della stazione di recupero e carica per climatizzatori. Di conseguenza il PAO Oil 68 Plus UV può essere sia versato direttamente in un componente, ad es. nel compressore, sia immesso nel circuito del refrigerante attraverso la stazione di recupero e carica per climatizzatori.

Il PAO Oil 68 può essere utilizzato anche in caso di problemi con l'umidità?

L'olio PAO Oil 68 non è igroscopico. Ciò significa che, a differenza degli altri oli, non assorbe umidità dall'aria ambiente. Utilizzando solo il PAO Oil 68, quindi, si possono contrastare i problemi legati all'umidità, come ad es. il congelamento dei componenti o la formazione di acidi. Le possibilità di impiego e la durata di conservazione di PAO Oil 68 sono di gran lunga superiori rispetto a quelle degli oli convenzionali.

Particolarità e caratteristiche

  • Nessun rischio di accumuli di olio nell'evaporatore e di una conseguente riduzione della potenza di raffreddamento
  • Il velo d'olio sui componenti migliora la tenuta
  • Riduzione dell'attrito tra i componenti
  • Riduzione del consumo di energia del compressore
  • Eccezionale combinazione di olio sintetico altamente raffinato e di additivi speciali in grado di aumentare le prestazioni
  • Campo di funzionamento molto ampio (da -68 a 315°C)
  • Bassa concentrazione percentuale in volume della soluzione di contrasto altamente attiva del PAO Oil 68 Plus UV, tuttavia assicura cura e protezione dei componenti del sistema e dei dispositivi di assistenza

OLIO POE PER COMPRESSORI CLIMATIZZATORI ELETTRICI NEI VEICOLI IBRIDI: PANORAMICA

Caratteristiche del prodotto

I compressori per climatizzatori elettrici dei veicoli ibridi vengono azionati da un motorino elettrico interno che opera nel campo dell'alta tensione. L'olio per compressori che circola al loro interno viene in contatto tra l'altro con la bobina di questo motorino elettrico.

 

Deve possedere pertanto alcune caratteristiche particolari:

  • Non deve avere effetti negativi sui materiali utilizzati nel compressore.
  • Deve avere una determinata resistenza elettrica al cortocircuito.

 

L'olio POE Behr Hella Service soddisfa queste esigenze.

Uso/Effetto

  • Può essere utilizzato in tutti i veicoli ibridi con compressore elettrico che sono stati riempiti in fabbrica con olio POE.
  • Conservato in cartucce "Spotgun" e quindi protetto in modo ottimale dal contatto con l'umidità (problema: il POE Oil è igroscopico).

Altri dettagli

  • Con l'attrezzo Spotgun (pistola a cartucce) può essere immesso direttamente nel veicolo (attraverso il tubo flessibile adattatore con il raccordo di bassa pressione) oppure travasato nel serbatoio olio sulla stazione di recupero e carica per climatizzatori.
  • Cartuccia spotgun da 120 ml
  • Ogni singola cartuccia è imballata in un sacchetto di alluminio
  • Il sacchetto di alluminio contiene anche un piccolo sacchetto con essiccante (granulare), per proteggere in modo ottimale l'olio dall'umidità

Oli per compressore a raffronto

Tipo di olio Impiego Note
Oli PAG
per il refrigerante R134a

Esistono vari PAG Oil da impiegare con il refrigerante R134a che presentano caratteristiche di flusso (viscosità) diverse.

I PAG Oil sono igroscopici. Per questo motivo i contenitori aperti non possono essere conservati per lungo tempo.

I PAG Oil standard non sono adatti al refrigerante R1234yf e ai compressori per climatizzatore ad azionamento elettrico
PAG Oil YF
per refrigerante R1234yf

Esistono inoltre diversi oli PAG per l'impiego con il refrigerante R1234yf con caratteristiche di flusso (viscosità) diverse.

La particolarità di questi PAG Oil Behr Hella Service è che possono essere utilizzati non solo con il refrigerante R134a.

I PAG Oil sono igroscopici. Per questo motivo i contenitori aperti non possono essere conservati per lungo tempo.

Il PAG Oil YF è adatto sia al refrigerante R1234yf sia al refrigerante R134a
PAO-Oil
per refrigerante R134a e altri refrigeranti R123yf ed altri refrigeranti

Utilizzabile in alternativa al posto di diversi oli PAG, offerti per l'uso con l'R134a (con il vantaggio che non è igroscopico, ossia non assorbe, diversamente dagli altri oli, l'umidità dall'aria dell'ambiente).

I 3 diversi oli PAO (AA1, AA2 e AA3) offerti da Behr Hella Service sono utilizzabili insieme a molti refrigeranti diversi (vedere la panoramica prodotti).

Il PAO Oil AA1 Clearversion (senza mezzo di contrasto per il rilevamento delle perdite) può essere utilizzato anche con il nuovo refrigerante R1234yf e nei compressori ad azionamento elettrico dei veicoli ibridi.
Olio POE
per il refrigerante R134a
Può essere utilizzato in tutti i veicoli ibridi con compressore elettrico che sono stati riempiti in fabbrica con olio POE (esistono anche compressori ad azionamento elettrico per veicoli ibridi che vengono riempiti in fabbrica con uno speciale olio PAG). Non adatto per il refrigerante R1234yf